The walking Dead: WebSerie

Il 3 ottobre 2011, circa due settimane prima della messa in onda della seconda stagione della serie, la AMC ha reso disponibile online una webserie intitolata The Walking Dead: Torn Apart e composta da sei episodi della durata di circa tre minuti ciascuno. La serie, diretta da Greg Nicotero e sceneggiata da Nicotero e John Esposito, narra le vicende avvenute proprio durante lo scoppio dell’epidemia e si concentrano in particolare sulla figura di Hannah, conosciuta dai fan della serie anche come “Bicycle Girl”, il primo zombie che Rick Grimes incontra ed uccide nel corso della serie.[31] Gli attori protagonisti di questa webserie sono Lilli Birdsell nel ruolo di Hannah, Rick Otto nel ruolo di Andrew, Rex Linn nel ruolo di Palmer, Danielle Burgio nel ruolo di Jud, Madison Leisle nel ruolo di Jamie e Griffin Cleveland nel ruolo di Billy. Dopo essere stata distribuita online sul sito ufficiale della serie televisiva il 3 ottobre 2011, la serie è anche stata doppiata in italiano e distribuita online su Foxtv.it a partire dal 21 novembre 2011 col titolo Storia di uno zombie.

Il 1º ottobre 2012, due settimane prima del debutto della terza stagione, AMC ha pubblicato online una seconda webserie di quattro episodi, intitolata The Walking Dead: Cold Storage. Anche questa serie è frutto della collaborazione di Greg Nicotero e John Esposito. Gli interpreti sono Josh Stewart nel ruolo di Chase, Daniel Roebuck nel ruolo di B.J., Cerina Vincent nel ruolo di Kelly e Chris Nelson nel ruolo di Harris.

Nella terza webserie intitolata “The Oath – Il giuramento”, ancora una volta diretta da Greg Nicotero tramite la collaborazione John Esposito, composta da tre episodi, troviamo Paul (Wyatt Russell) e Karina (Ashley Bell), due sopravvissuti che trovano rifugio in un ospedale, ma incontrano una dottoressa (Ellen Greene) che ha fatto una strana scelta di vita. Particolarità nel finale è l’avvertimento affisso sulla porta della caffetteria ad opera di Paul (“Don’t Open Dead Inside”), palesemente uguale (anche nella grafia) a quello affisso sulla caffetteria presente nella prima puntata della prima stagione (le differenze di scenario sono minime, ma comunque tali da far pensare che sia lo stesso ospedale).

 

Rispondi