Google lancia il Flexible Sampling, decide quante notizie saranno gratis prima di quelle a pagamento

google - flexible sampling

google - flexible sampling

Google fa un accordo “dalla parte degli editori” e mette fine alla politica del First Click Free, secondo la quale è possibile leggere un minimo di tre notizie gratis prima di arrivare a quelle a pagamento. Secondo la nuova politica del Flexible Sampling, gli editori decideranno in modo autonomo la quantità di notizie da leggere gratis, anche meno di tre, prima di arrivare a quelle a pagamento.

Nelle intenzioni di Google c’è la volontà di passare, stavolta, dalla parte degli editori per aiutarli a sviluppare nuovi contenuti, a raggiungere nuovi lettori e ad aumentare i ricavi producendo “una suite di servizi e prodotti”. Sebbene le persone si stiano abituando a pagare per ottenere le notizie, spesso la macchinosità delle procedure che servono ad attivare un abbonamento fa sì che l’utente sia disincentivato ad iscriversi. L’obiettivo è dunque la semplificazione delle procedure, per permettere agli abbonamenti di funzionare ovunque in modo semplice.

La decisione della “Prova flessibile” (Flexible Sampling) arriva in un momento quanto mai appropriato, dopo un periodo di intense ricerche e progetti per fare avanzare l’innovazione e il giornalismo.

 

 

Rispondi